MARUKYU E’ PRONTA PER IL MARE ITALIANO

La nostra visita al Pescare Show è stata l’occasione per andare a trovare molti degli amici presenti allo stand Marukyu, ma è anche stata l’occasione per vedere tutte assieme le grandi novità che l’azienda giapponese riserva per il mercato italiano nell’annata appena cominciata. La scorsa settimana avevamo parlato di un incredibile innesco come il Bioworm, un prodotto già presente da anni nel catalogo giapponese, che nel corso del tempo è stato sviluppato ulteriormente al punto che la Cogitech, distributrice italiana del marchio, è riuscita a portalo nel nostro Paese. Ma il Bioworm, in grado di regalare risultati eccezionali, è solo la punta dell’iceberg di ciò che ci aspetta per la pesca in mare da parte di Marukyu.

La maggior parte dei pescatori in acque interne, amatoriali ed agonisti, da sempre tendono ad utilizzare sempre le stesse cose quando vanno a pescare in mare. Bigatti o vermi come koreano, americano, muriddu e bibi per gli inneschi e pastura fondamentalmente agli aromi di formaggio o di mitili/krill. Bene o male, la scelta è sempre quella. Adesso, invece, grazie a Marukyu le cose cambieranno un pochino in quanto l’azienda giapponese propone delle vere e proprie innovazioni, in particolar modo per quel che riguarda gli additivi per potenziare l’appetibilità delle esche. A spiegarci il tutto è stato uno dei responsabili Marukyu per l’esportazione che risponde al nome di Yohei Wakabayashi.

In totale sono quattro i prodotti che potremmo definire come potenziatori e modificatori di consistenza delle esche. Il primo di cui parliamo è il cosiddetto modificatore di consistenza risulta essere una piccola bustina contenente degli amminoacidi che vengono utilizzati per avvolgere i piccoli inneschi come Americano, Koreano, Muriddu. La particolarità di questi amminoacidi è quella di eliminare completamente i fluidi dall’anellide nel giro di un paio d’ore dalla “impanatura” e renderlo così molto più duraturo sull’esca. Un prodotto estremamente particolare, che viene molto apprezzato soprattutto dai pescatori da surfcasting e di pesca da riva.

Gli altri quattro prodotti sono invece dei veri e propri disidratatori. Si tratta di particolari additivi da quattro aromi ovvero Nori (alga marina), Squid (calamaro), Aglio e Gamberetto. La loro funzionalità è legata prevalentemente alle esche per la pesca in barca come calamari o sarde. Le esche vengono ricoperte completamente, come impanate, da uno dei tre disidratatori e lasciate per almeno ventiquattr’ore in frigorifero avvolte in un foglio di giornale. In questo arco di tempo gli aromi dei disidratatori e potenziatori si addentreranno all’interno della carne andando a dare un aroma assolutamente particolare e molto forte che attira il pesce, oltre ad eliminare tutta l’acqua presente all’interno rendendo l’esca più semplice da innescare. Dei prodotti assolutamente unici sul mercato, che mai sono esistiti fino ad ora e che stanno regalando risultati a dir poco strepitosi. Per quanto riguarda gli altri due prodotti presentati si tratta di semplici pasture ideali per la pesca di saraghi, orate, mormore e tutti quei pesci del sottocosta. Sacchetti da uno o due chili che verranno provati prossimamente dagli uomini di Marukyu Italia per dimostrarne l’efficacia.

Tra le altre novità per il mare molto degne di nota sono delle nuovissime borse ed astucci di diverse dimensioni, tra cui anche molto piccole, impermeabili ed utili per riporre all’interno le esche sia vive, sia artificiali come bioworm o Isome dell’Ecogear.

Marukyu è pronta per lo sbarco al mare con dei prodotti assolutamente unici sul mercato e da provare almeno una volta!

FONTE: www.fishingmania.it